Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
Website Logo
IT | EN
Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano

Eventi & News

A Tavola con il Nobile: vince Talosa

Con la ricetta Tagliatini giallorossi con verdure e rinforzo, in abbinamento ideale ai Vino Nobile "Mulinvecchio" Contucci 2010, Dei 2012, Le Bèrne 2012, Salcheto 2012, la Contrada di Talosa si aggiudica per il terzo anno consecutivo la tredicesima edizione di “A Tavola con il Nobile”, la sfida ai fornelli ideata dal Consorzio del Vino Nobile con il giornalista inviato del Tg2, Bruno Gambacorta e in collaborazione con il Magistrato delle Contrade del Bravìo delle Botti, la storica corsa che si corre l'ultima domenica di agosto. La ricetta di Talosa ha infatti strappato 319 punti alla giuria tecnica composta da giornalisti della stampa nazionale e una delegazione di giornalisti statunitensi del settore. Nel podio al secondo posto la Contrada di Voltaia con la ricetta Gnocchi di pane integrale e farro su salsa fondente di pomodoro e pecorino di fossa, mentre il terzo posto è andato Gracciano con Ravioli del contadino del quadrato.

A Tavola con il Nobile è nato come detto 13 anni fa con l’obiettivo di recuperare ricette della tradizione in abbinamento al Vino Nobile di Montepulciano. In tredici anni di “A Tavola con il Nobile” sono state proposte oltre 200 ricette della tradizione, sono stati pubblicati sei libri che le raccolgono, tra cui quello per il decennale, del 2012, con tutte le ricette delle passate edizioni. La manifestazione è anche un importante veicolo di promozione per il territorio con oltre 700 articoli, servizi televisivi e reportage sul premio scritti anche dai circa 200 giornalisti da tutto il mondo che nelle varie edizioni si sono succeduti come giurati del premio.

Successo anche al Teatro Poliziano dove si è svolta la premiazione che ha preceduto la presentazione del Panno del Bravìo. Le contrade sono state premiate dalla madrina del Premio che per quest’anno è stata Sonia Peronaci, la regina delle “food blogger”, è stata la testimonial la testimonial del premio, oltre che giurata. Non una madrina a caso, visto che Sonia, classe 1967, ha iniziato ad amare la cucina a soli 6 anni nel ristorante del padre, a Milano dove è nata. Nel 2006 insieme al marito, Francesco Lopes, ha fondato il sito più cliccato del settore, Giallo Zafferano, ormai un vero e proprio network da 2 milioni di contatti al mese. Tra le tante attività di Sonia, il programma “In cucina con Giallo Zafferano” in onda ogni giorno sul canale Fox Life.

L’albo d’oro. Collazzi (tre volte), Talosa (tre volte), San Donato (due volte), Voltaia (due volte), Gracciano, Cagnano, Poggiolo e Coste.

<< TORNA ALL'INDICE