Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
Website Logo
IT | EN
Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano
I Soci imbottigliatori
Salcheto
Nel cuore della produzione del Vino Nobile, al centro della vallata dominata dall’antico borgo di Montepulciano c’è un piccolo ruscello, il Salcheto. Il suo corso segna il confine settentrionale dell’azienda agricola che proprio da lui, oltre 15 anni fa, ha preso il nome.
Salcheto è stata fondata nel 1984, ma il progetto di fare vino si è concretizzato solo nel 1990 come naturale sbocco della passione per la natura e i ritmi di vita della vigna. Da quella prima “passione”, subito confermata da una personalità e da una qualità intrinseca del vino, è nato il Vino Nobile di Montepulciano DOCG Salcheto.
Oggi l’azienda dispone di circa 30 ettari impiantati a vigneto (su 46 totali di terreno), tutti ad un’altitudine fra le più elevate della zona: 450 metri slm. Il centro dell’azienda è una classica casa colonica della mezzadria toscana che domina tutto intorno i suoi vigneti. I suoli sono di origine pliocenica e hanno una composizione mista tufaceo-argillosa.
Grazie all’esposizione e all’ubicazione dei terreni (rivolti a sud/sud-est) i vigneti sono soleggiati per tutto l’arco della giornata. I vitigni maggiormente rappresentati sono ovviamente il Prugnolo Gentile (così vengono chiamati a Montepulciano i cloni di Sangiovese scelti per la produzione del Vino Nobile), il Canaiolo, il Mammolo oltre a un piccolo appezzamento di Merlot, piantato nel 1999 proprio in una parcella particolarmente vocata a questo vitigno.
I vigneti sono divisi in due nuclei: il primo, maggiore e originario, si estende tutto intorno all’azienda per circa 15 ettari, il secondo denominato Poggio Piglia si trova a Chiusi e i suoi 8 ettari vitati sono destinati alla produzione del Chianti Colli Senesi. Sempre nelle vicinanze di Poggio Piglia si aggiunge dal 2005 un altro appezzamento di circa 7 ettari destinato ancora al Chianti.
L’età dei vigneti varia dai 4 ai 26 anni: nella tenuta di Montepulciano i vigneti del Nobile sono mediamente giovani (7-9 anni), mentre l’impianto di selezione massale della vigna del Salco è stato operato tra i primi anni ’80 ed il 1992.
A Salcheto la cura dei vigneti si basa sulla ricerca dell’equilibrio della pianta, per il quale il team tecnico interviene più volte nel corso dell’anno. La raccolta viene effettuata a mano, compiendo fino a tre passaggi tra i filari, con cassette da 20 kg subito trasportate in cantina.
Localizzazione