Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti i cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Accetto Cookie Policy
X
Website Logo
IT | EN
Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano
I Soci imbottigliatori
Podere Lamberto
Nelle antiche mappe della zona troviamo già il "Podere Lamberto" da sempre delimitato da una sorta di confine naturale: a Nord l'antica strada bianca che da Chianciano conduce a Montepulciano, a Est e a Ovest due torrentelli che si uniscono a sud prima di confluire
nell' Astrone.
Nell'economia agricola di sussistenza questo è stato per secoli un territorio dove una famiglia di agricoltori, anche numerosa, poteva ricavare una dignitosa autonomia a prezzo di notevoli sforzi e di una continua lotta contro le avversità dovute all'andamento montuoso-collinare e alla rigidità climatica dell'inverno (nella nostra zona i 600 mt di altitudine rappresentano il limite per olivi e vite).
Oggi è invece considerato un territorio vocato alla valorizzazione delle colture olivo-viticole e dove tutto il resto delle colture trova la sua principale ragione di essere nel mantenimento dell'equilibrio basato sulla biodiversità e sul rispetto dell'ambiente naturale.
Un territorio che fino a poche decine di anni fa era considerato "svantaggiato" (rispetto ai criteri dell'agricoltura intensiva e monocolturale) è oggi restituito ad un nuovo modo di vedere il mantenimento e la salvaguardia dell'ambiente e della tradizione agricola.
Queste cosiderazioni che sono alla base delle nostre scelte aziendali (ed anche di vita) ci hanno condotto al "biologico", passaggio in cui siamo a tuttoggi impegnati.
L'andamento è collinare, quasi montuoso, l'altitudine raggiunge i 590 mt sul livello del mare, e il bosco occupa circa un terzo dei 20 ettari aziendali.
Nel rispetto del territorio e per incentivare un discorso di qualità del prodotto, vino e olio vengono coltivati biologicamente e con metodi che assicurino l'eccellenza nella produzione.
Le ampie radure lavorate sono destinate a foraggiere, mentre completano il quadro delle nostre produzioni agricole i frutteti di prugne (susina Coscia di Monaca), un boschetto di noccioli, vari alberi da frutto e il piccolo orto familiare, che nella buona stagione è in grado di soddisfare anche le esigenze della cucina per i nostri ospiti.
Localizzazione