Consorzio Vino Nobile Montepulciano
IT | EN
Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano

Archivio News

Archivio News | Eventi & News
Cambiamenti climatici: il punto a Montepulciano

Il clima a Montepulciano. Nel corso dell’Anteprima si è svolto anche un focus sui cambiamenti meteorologici e il loro eventuale influsso sulla viticoltura a Montepulciano. Guidati dal Colonnello e meteorologo dell’Aeronautica militare Guido Guidi, il prof. Luigi Mariani dell’Università di Milano e il prof. Alberto Palliotti dell’Università di Perugia, si sono addentrati nella questione. Eventi atmosferici estremi, picchi di temperature fuori dalla norma, presenza di anticicloni subtropicali. Cambia il clima, ma nell’arco di un centennio a Montepulciano le temperature e le precipitazioni si ripetono. E’ quanto emerge dall’analisi svolta dal Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano, dalla quale si evidenziano alcuni dati significativi che fanno capire come il cosiddetto global warming non stia influendo molto sulla viticoltura locale, anche se negli ultimi anni è cambiato molto il sistema di coltivazione della vite con una diversa densità di impianto.

Per quanto riguarda le risorse termiche per la vite, dagli anni ’80 si è registrato in generale un aumento delle temperature medie mensili e annuali ed in particolare delle massime primaverili, tendenza che si è tradotta in un anticipo nelle fasi fenologiche di fioritura e raccolta quantificabile grossomodo in 8-15 giorni rispetto agli anni ’70-’80.  Da dati comparativi sulle precipitazioni dagli anni ’20 a oggi, si percepisce che a Montepulciano vi sia stazionarietà delle precipitazioni. L’analisi si conclude con la riflessione che porta a dire che se in Italia e anche a Montepulciano i fenomeni estremi sono aumentati, è anche vero che il clima a livello generale (temperature e precipitazioni) non è poi così cambiato da far pensare a un impatto incisivo del “global warming”. Infine l’analisi svolta ha posto in luce il fatto che il monitoraggio meteorologico e fenologico sono strumenti chiave per orientare la viticoltura di Montepulciano ad adattarsi al cima che cambia.

 

<< TORNA ALL'INDICE