Consorzio Vino Nobile Montepulciano
IT | EN
Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano

Eventi & News

Archivio News | Eventi & News
Forbes incorona il territorio di Montepulciano

“Oltre ad essere la città di origine di uno dei vini più leggendari d'Italia, Montepulciano ha la particolarità di sembrare un set cinematografico oltre a essere una perfetta città toscana”. Comincia così l’articolo pubblicato da Forbes, la rivista di finanza con sede a New York più famosa al mondo, in cui la giornalista che lo ha redatto, Catherine Sabino, racconta di sei città del vino in Europa da non perdere. Quella del Vino Nobile di Montepulciano è al primo posto (seguita da Montalcino e da Saint – Emilion in Francia) proprio per le sue caratteristiche di eccellenza tra prodotto vino e paesaggio architettonico. “Percorrete le strade chiuse al traffico di Montepulciano e godetevi le splendide viste sulla campagna toscana prima di addentrarvi in una delle cantine della città per assaporare l'orgoglio della città natale, il Vino Nobile di Montepulicano (Thomas Jefferson lo descriveva come "il suo vino preferito"), un rosso strutturato prodotto in gran parte con l’uva di Sangiovese coltivata nei vigneti circostanti”. Nell’articolo vengono citati anche i set di numerosi film internazionali, tra cui Il Paziente Inglese, New Moon, Under the Tuscan Sun, film citati ai quali se ne aggiungono altre decine.

Il patrimonio “Nobile” che piace a Forbes. Cinquecento milioni di euro circa. E’ questa la cifra che quantifica il Vino Nobile di Montepulciano tra valori patrimoniali, fatturato e produzione. Nello specifico in oltre 200 milioni di euro è stimato il valore patrimoniale delle aziende agricole che producono Vino Nobile, 150 milioni circa il valore patrimoniale dei vigneti (in media un ettaro vitato costa sui 150 mila euro) e 65 milioni di euro è valore medio annuo della produzione vitivinicola, senza contare che circa il 70% dell’economia locale è indotto diretto del vino. Una cifra importante per un territorio nel quale su 16.500 ettari di superficie comunale, circa 2.000 ettari sono vitati, ovvero il 16% circa del paesaggio comunale è caratterizzato dalla vite. Di questi 1.250 sono gli ettari iscritti a Vino Nobile di Montepulciano Docg, mentre circa 400 gli ettari iscritti a Rosso di Montepulciano Doc. A coltivare questi vigneti oltre 250 viticoltori (sono circa 90 gli imbottigliatori in tutto dei quali 76 associati al Consorzio dei produttori). Oltre mille i dipendenti fissi impiegati dal settore vino a Montepulciano, ai quali se ne aggiungono altrettanti stagionali. Nel 2017 sono state immessi nel mercato circa 7 milioni di bottiglie di Vino Nobile e circa 2,8 milioni di Rosso di Montepulciano Doc (in crescita del 10 per cento rispetto al precedente anno).

Questo il link all’articolo di Forbes: https://www.forbes.com/sites/catherinesabino/2018/08/30/why-you-should-check-out-these-6-awesome-italian-and-french-wine-towns/#b70b4eb3d872
 

<< TORNA ALL'INDICE